#ioleggoperché

Per il secondo anno consecutivo l’I. C. “N. Martoglio” ha partecipato a #ioleggoperché, la più grande iniziativa nazionale di promozione della lettura, organizzata dall’Associazione Italiana Editori con l’obiettivo di creare e sviluppare le biblioteche scolastiche: da lunedì 21 a giovedì 24 ottobre tutti gli ordinamenti (infanzia, primaria e secondaria di primo grado) e tutti i plessi sono stati coinvolti nelle attività che le insegnanti hanno concordato con le librerie gemellate al nostro Istituto.

Ad aprire le danze tra le pagine della lettura e della letteratura è stato il Plesso Capuana che lunedì 21 ha ospitato una bancarella gestita dalla Libreria Zaratan di Corso Umberto: alunne e alunni hanno accolto gli ospiti con letture ad alta voce di passi scelti da libri per ragazzi e hanno invitato i genitori ad acquistarne di nuovi per ampliare la biblioteca del plesso.

Martedì 22 le classi I e II della scuola Primaria del Plesso Centrale hanno accolto con entusiasmo la sig.ra Grazia Romano, insegnante in pensione, che dedica parte del suo tempo libero alla lettura per bambini; La classe III B della scuola secondaria di I grado, invece, ha letto brani da Per questo mi chiamo Giovanni di Giovanni Garlando per gli alunni della classe IV della scuola Primaria del Plesso Centrale.

Giovedì 24, invece, a vivere l’esperienza della lettura ad alta voce da parte di lettori volontari sono stati gli alunni della scuola dell’infanzia dei Plessi Collodi e Leone: la “Casa del libro – Rosario Mascali”, infatti, ha fatto dono agli alunni di un bene prezioso, il tempo dei suoi lettori volontari che – con dedizione – hanno regalato momenti di allegria ai bambini.

Nella stessa giornata esperienza adrenalinica per gli alunni della Scuola Secondaria di I grado che, anche quest’anno, hanno partecipato al contest nazionale di #ioleggoperché: in gemellaggio con la “Casa del libro – Rosario Mascali” di via Maestranza, ragazze e ragazzi hanno invaso l’isola di Ortigia con letture molto originali. Hanno scelto di rendere omaggio al “Maestro” Andrea Camilleri con la lettura degli incipit dei suoi romanzi più celebri perché Mastru è cu a ‘nzerta (Maestro è colui che ha l’intuizione giusta) nel catturare l’attenzione del lettore già dalle prime righe. Alunne e alunni, perciò, improvvisandosi artisti di strada, coppola in testa – come adorava andare in giro il padre del commissario Montalbano – e copione alla mano, hanno letto gli incipit più belli dei suoi romanzi, cucendoli tra loro per inventare nuove avvincenti storie. Il successo riscosso dalle letture ha convinto i molti che le hanno ascoltato ad acquistare i libri per la biblioteca del Plesso Centrale presso la “Casa del libro – Rosario Mascali”. Marilia Di Giovanni, che gestisce da qualche anno, la libreria del nonno Rosario con la passione di chi sa di custodire un tesoro storico per l’intera città di Siracusa, ha accolto tutti gli alunni raccontando la storia del luogo magico e incantato in cui lavora: gli alunni hanno così potuto godere del fascino del silenzio e del profumo inebriante della carta stampata.

L’allerta meteo di venerdì 25 ha impedito ben due attività: gli alunni della scuola dell’infanzia del Plesso Centrale avrebbero dovuto recarsi presso la Libreria Zaratan per le letture animate; la classe III A della scuola secondaria di I grado avrebbero voluto leggere le storie dei miti agli alunni della classe V della scuola primaria del Plesso Centrale. Per fortuna “il cattivo tempo non dura tutto il tempo”: queste attività sono solo rinviate alle prossime settimane, non annullate. Perché, come scrive Pennac, il tempo della lettura allunga il tempo della vita!

L’iniziativa nazionale #ioleggoperché si conclude domenica 27 ottobre: tutti siamo chiamati ad acquistare un libro alla Libreria Zaratan o alla Casa del libro – Rosario Mascali e a donarlo alla nostra biblioteca. Al termine della raccolta, gli Editori contribuiranno con un numero di libri pari alla donazione nazionale complessiva (fino a un massimo di 100.000 volumi), donandoli alle Scuole partecipanti.

Contiamo su di voi!